“Abbiamo avuto morti per morbillo e per meningite, ma non ci sono stati morti da vaccino. Chi non fa vaccinare i figli, li mette a rischio”. Lo ha detto il ministro della Salute Giulia Grillo a margine di una conferenza stampa tenuta a Chieti. “I vaccini – ha continuato il ministro – hanno una percentuale bassissima di eventi avversi, ripeto bassissima. Poi c’e’ una responsabilita’ collettiva e sociale: se una persona e’ affetta da patologia contagiosa, rischia di infettare coloro che non si possono immunizzare perche’ hanno malattie. Non e’ vero che noi abbiamo cambiato idea: abbiamo sempre detto che i vaccini sono fondamentali. Ma i cittadini non si convincono con l’obbligo e con la frusta: serve una adeguata informazione che spieghi l’utilita’ dei vaccini”. Il ministro ha aggiunto: “In questi mesi mi sono arrivati video davvero allucinanti, fondati sul nulla, che fanno solo terrorismo psicologico. Se un genitore vede uno di quei video, che non ha alcun nesso logico dal punto di vista della medicina, si spaventa e non vaccina il figlio, mettendolo a repentaglio”.

CONDIVIDI