“La maggioranza si assume una responsabilita’ enorme a portare avanti la sua battaglia cieca contro i vaccini e il piano periferie. Le norme previste violano gravemente diritti e principi fondamentali sia nazionali che europei, quali il diritto alla salute dei bambini che frequentano istituti scolastici e il legittimo affidamento dei Comuni che hanno ricevuto risorse per interventi di riqualificazione urbana ormai gia’ programmato ed attivati”. Cosi’ il capogruppo del Partito democratico in Commissione Politiche europee, Piero De Luca, ha motivato la netta contrarieta’ del Pd al Milleproroghe, sostenuto da M5S e Lega che sostengono posizioni di “intollegabile arroganza e superficialita’”. “Sui vaccini – ha proseguito De Luca – la maggioranza continua a sostenere una posizione contraria al buon senso, alla scienza e alla normativa italiana ed europea, isolando in maniera irresponsabile ed antistorica il nostro Paese, mettendo a rischio la salute dei nostri bambini e gettando nel caos famiglie ed insegnati proprio nelle ore in cui ripartono gli anni scolastici. E sulle periferie, Lega e M5S cancellano con un colpo di spugna, senza alcuna ragione di interesse pubblico, impegni presi e sottoscritti solennemente dalla presidenza del Consiglio, impedendo a 96 comuni di realizzare le riqualificazioni ipotizzate nei loro territori e creando peraltro seri problemi di tenuta dei loro conti pubblici. La parola di queste forze politiche, oggi, dopo un simile provvedimento, vale meno di zero. Continueremo la nostra battaglia, di opposizione e di alternativa, nel merito del provvedimento, anche in aula – ha concluso il capogruppo Pd in XIV Commissione – perche’ non e’ tollerabile che arroganza e superficialita’ abbiano la meglio sulla salute degli italiani e sul risanamento delle periferie”.

CONDIVIDI