Si insedierà nella giornata di domani la commissione d’indagine interna voluta dal direttore generale dell’Asl Napoli 1, Mario Forlenza, dopo la morte di una dottoressa in forza, fino allo scorso mese di agosto, alla medicina d’urgenza all’ospedale San Paolo« di Napoli deceduta per una tubercolosi addominale. Lo si apprende dalla direzione generale dell’Azienda sanitaria napoletana. «La commissione che è un organo terzo – spiega all’Ansa il dg Forlenza – svolgerà il suo lavoro anche se mi hanno ribadito che tutti i protocolli previsti dal caso sono stati rispettati». Rispetto all’allarme che si sarebbe potuto diffondere Forlenza si dice «tranquillo. Non c’è alcun motivo di allarme».

La commissione è composta, presieduta dal direttore sanitario aziendale, è composta da Remigio Prudente, direttore Uoc Sorveglianza Sanitaria; da Carmen Ruotolo, referente rischio clinico; Lucio Minopoli dell’Uopc, Massimo Majolo, dipartimento assistenza ospedaliera Asl Napoli 1 Centro, Alessandro Petrella dell’Azienda dei Colli – ospedale Cotugno.

CONDIVIDI