Mangiare una manciata di fragole al giorno potrebbe aiutare milioni di persone affette da malattie infiammatorie intestinali. Uno studio condotto dall’Universita’ del Massachusetts sui topi ha scoperto che mangiare anche solo poche fragole quotidianamente puo’ ridurre l’infiammazione del colon, la perdita di peso e la diarrea con sangue, sintomi tipici di chi soffre del morbo di Crohn e di colite ulcerosa. I risultati, che verranno presentati al National Meeting della American Chemical Society (ACS) a Boston, suggeriscono che le fragole ripristinano un equilibrio sano tra i batteri dell’intestino e riducono i sintomi nei topi. Insomma, aiutano i pazienti a gestire la loro condizione cronica che, secondo gli studiosi, sono peggiorate da stili di vita moderni, cioe’ dall’inattivita’ fisica e da diete ricche di grassi e zuccheri.

CONDIVIDI