Non c’è pace ultimamente per l’Ospedale dei Pellegrini. Il nosocomio della Pignasecca finisce nuovamente nell’occhio del ciclone per un presunto caso di malasanità. Lo riporta Il Mattino. La storia risale alla fine dello scorso gennaio quando un uomo si sente male a casa e viene portato dal figlio pronto soccorso dell’ospedale del Pellegrini. Qui lo visitano e lo dimettono dopo qualche ora ma la situazione peggiora. Il figlio riporta il padre in ospedale dove lo ricoverano e dove poi lo operano di colecisti. Tra dolori lancinanti e terapie che non sortiscono effetto si rendono necessari  altri due interventi chirurgici, per la rilevata perforazione dell’intestino. Se si siano verificati errori nel primo intervento chirurgico, o ritardi nelle successive operazioni effettuate, se siano state messe in campo terapie inefficaci, o vi siano stati errori nella gestione non  del percorso diagnostico terapeutico lo chiariranno gli inquirenti, che hanno avviato le indagini dopo la denuncia del figlio del malcapitato paziente. L’uomo è poi è morto al Loreto Mare, portato in rianimazione dopo il terzo intervento chirurgico. L’autopsia si svolgerà nei prossimi giorni al secondo policlinico dove è stata trasferita la salma per disposizione della magistratura.

 

CONDIVIDI