Mario Caiazzo

Nelle scorse settimane sembra essersi finalmente regolarizzata la situazione per gli specialisti dell’ospedale Loreto Mare di Napoli. Almeno dal punto di vista degli stipendi, che sono tornati ad essere calcolati in maniera «piena». Questo perché si è riusciti ad individuare la figura amministrativa per il calcolo degli emolumenti dovuti ai medici, compreso lo straordinario e il resto delle spettanze da pagare in base alla tipologia dei turni praticati. Ma se si è risolta la questione delle ultime mensilità, c’è ancora da affrontare il pregresso relativo al periodo in cui per gli specialisti non c’è stata la presenza di chi portasse i conti dello spettante oltre allo stipendio base.
Un frame del video dei carabinieri depositato nell'ambito delle indagini sui furbetti del cartellino
Un frame del video dei carabinieri depositato nell’ambito delle indagini sui furbetti del cartellino
Dopo quanto si è verificato lo scorso febbraio in seguito alla ordinanza contro i cosiddetti «furbetti del cartellino», che ha portato all’emissione di 55 misure cautelari e a 94 indagati, gli specialisti erano rimasti senza amministrativo, perché la persona chiamata a ricoprire quel ruolo, era stata coinvolta nell’inchiesta e successivamente trasferita a svolgere altre mansioni. Da allora, vale a dire per un periodo di circa 8 mesi, si è venuto a creare un vuoto. Da quanto si è potuto calcolare sono diversi i camici bianchi che attendono ancora di recuperare straordinari che si aggirano in media sui trecento euro al mese.

Facendo una rapida e semplice

moltiplicazione avanzerebbero in totale,

poco più di 2.000 euro pro capite.

Si spera per il personale medico, che presto venga appianato il gap e che si possa andare avanti senza ulteriori complicazioni. Nei mesi scorsi si sarebbero registrate numerose riunioni (anche dai toni molto accesi) e annotate richieste su richieste da parte dei camici bianchi verso i vertici dell’ospedale di via Amerigo Vespucci. Poi finalmente la situazione è tornata sui binari della normalità.