Dal 17 al 25 marzo consigli e visite negli spazi prevenzione Lilt in tutta Italia in occasione della XVII Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica.

Ha preso il via il 17 marzo scorso e proseguirà fino a domenica 25 marzo la XVII edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, la campagna che ogni anno la Lilt – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori organizza per diffondere la cultura della prevenzione e sottolineare l’importanza che riveste l’adozione di un corretto stile di vita per combattere i tumori. ‘Con il patrocinio del Ministero della Salute, di quello delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e del Coni, la XVII Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica vuole ancora una volta sottolineare’ spiega la Lilt ‘l’importanza fondamentale che una corretta alimentazione e la pratica costante di attività fisica rivestono per tenere lontano il cancro e proteggere la nostra salute: semplici regole di prevenzione che possiamo mettere in pratica tutti, da subito, per sconfiggere le patologie oncologiche. Proprio per sottolineare l’importanza che la prevenzione primaria riveste nella lotta contro il cancro, la campagna di quest’anno si caratterizza per l’utilizzo dell’hashtag #giocadanticipo, al centro del messaggio che rivolgono al grande pubblico i cinque testimonial che la Lilt ha scelto per comporre una vera e propria “Squadra della Prevenzione”: Joe Bastianich, imprenditore, ristoratore e acclamato giudice di Masterchef, la coppia composta – nella campagna così come nella vita – da Chiara Maci, una delle piu’ famose e apprezzate food blogger italiane, e Filippo La Mantia, “oste e cuoco” siciliano di origine ma ormai stabilmente trapiantato a Milano, e ancora Paolo Ruffini, attore, regista e presentatore televisivo, per concludere con l’apneista Alessia Zecchini, che nel 2017 ha raggiunto il record mondiale di apnea in assetto costante arrivando a 104 metri di profondità’. «Per il diciassettesimo anno consecutivo – sottolinea il Presidente Nazionale Lilt Francesco Schittulli – la Lilt organizza in occasione dell’avvento della primavera la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica: un momento fondamentale nell’ambito della nostra azione di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione per vincere i tumori. L’iniziativa, che prenderà il via domani, si concentra innanzitutto sulla prevenzione primaria, legata al corretto stile di vita e alle salutari abitudini alimentari. Oggi infatti sappiamo che il 35% dei tumori è dovuto a un’alimentazione errata: un dato davvero significativo, tanto piu’ se pensiamo che in Italia fra 10 anni il 20% della popolazione maschile e il 15% di quella femminile sarà tendenzialmente obesa e, quindi, piu’ esposta al rischio di sviluppare una patologia oncologica. È quindi decisivo, oggi piu’ che mai, “giocare d’anticipo”, come recita lo slogan della nostra campagna: alimentarsi in modo sano, non fumare e praticare regolare attività fisica sono le prime regole per prevenire l’insorgenza di tumori. Così come è importante – conclude Schittulli – sottoporsi a visite periodiche di controllo che, durante la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, la Lilt offre nelle proprie sedi ed ambulatori su tutto il territorio nazionale». «Oggi siamo abituati ad acquistare prodotti non di stagione – dichiara Filippo La Mantia, oste, cuoco e testimonial della campagna. Compriamo i pomodori a dicembre e le arance ad agosto. Non c’è niente di piu’ sbagliato: la dieta di una volta, quella del contadino che consumava i prodotti che coltivava stagionalmente è quella piu’ corretta. Nel mio ristorante, nonostante le esigenze della clientela rendano questo a volte difficile, cerco sempre di ispirarmi a questo principio proponendo piatti a base di prodotti di stagione e utilizzando solo olio extravergine di oliva di qualità. È questo il consiglio che mi sento di dare a tutti: l’olio evo, da consumare a crudo, è l’elemento fondamentale per una corretta alimentazione e bisogna prestare attenzione a quello che si acquista, perché – conclude La Mantia – l’olio davvero buono non può costare poco come molto spesso ci viene fatto credere». Oltre alle visite di controllo, che si potranno effettuare presso i quasi 400 centri prevenzione e le 106 sedi provinciali della Lilt, nel corso della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica in tutte le principali piazze delle città italiane si troveranno i gazebo Lilt, dove i volontari forniranno consigli e informazioni sulle regole della prevenzione e dove sarà anche possibile acquistare, a fronte di un modesto contributo a sostegno delle attività promosse dalla Lilt, una bottiglia di olio extravergine d’oliva, alimento tipico della dieta mediterranea, amico della salute e simbolo storico della campagna di prevenzione. Il Campionato di Serie A scende in campo per la Lilt: Anche il campionato di calcio di Serie A scenderà in campo a supporto della campagna Lilt: in occasione della 29esima giornata della Serie A TIM, in programma nel weekend del 18 marzo, nei dieci stadi in cui si giocheranno i match del massimo campionato l’iniziativa sarà presentata con l’esposizione di uno striscione al centro del campo prima dell’inizio delle partite e attraverso la lettura di un breve messaggio da parte dello speaker dello stadio.

La prevenzione nelle scuole: Lunedì 19 marzo, infine, la Lilt organizza, con la collaborazione di Qui da noi – Fedagri, un’importante iniziativa per educare i ragazzi in età scolare alla corretta alimentazione: presso l’Istituto Salesiano Pio XI si terrà infatti il convegno “La salute a scuola. Corretta alimentazione e stili di vita per crescere sani”, che vedrà docenti ed esperti di nutrizione confrontarsi con i ragazzi delle scuole medie superiori attraverso interventi didattici e momenti interattivi per diffondere anche fra i ragazzi piu’ giovani i principi di base della prevenzione oncologica alimentare.

CONDIVIDI