“Se c’e’ gente che scappa dalla guerra non la puoi fare tornare la’, credo sia fuori discussione. Ma non e’ detto che debba prenderla l’Italia, deve essere l’Europa a fare la sua parte”. Ai microfoni di “Rainews24” il ministro della Salute Giulia Grillo parla della crisi in Libia e del pericolo che possano riprendere i viaggi di migranti verso il nostro Paese. “Credo che il numero di 800 mila migranti pronti a partire sia un numero sparato li’, che sia piu’ una minaccia che una realta’ – sottolinea il ministro – Credo che in questa fase occorra portare avanti in tutti i modi l’idea dei corridoi umanitari: non si puo’ pensare che le persone lascino l’Africa a bordo dei barconi perche’ il rischio terrorismo c’e’ davvero. I corridoi umanitari sono l’unica strada e deve essere l’Europa tutta a percorrerla”.

CONDIVIDI