Il commissario tecnico della nazionale croata Zlatko Dalic ha annunciato che la squadra donerà il premio mondiale ad una fondazione per i bambini croati. I 23 milioni ricevuti saranno devoluti ad una fondo che finanzierà le vacanze alle famiglie croate impossibilitate economicamente. L’annuncio fa seguito a un comunicato diramato sui social nel quale il ct ha attaccato i politici croati, causa della crisi economica nazionale. “Siete quelli che hanno reso la Croazia la gente più povera d’Europa. Abbiamo bambini che non hanno mai visto il mare e la Croazia ha più di mille chilometri di costa. Bambini che vanno a letto affamati perché i loro genitori, disoccupati, non hanno nulla da dargli da mangiare. Le persone che hanno fatto questo nel nostro paese non sono i benvenuti- ha attaccato Dalic-. Rispettate la nostra decisione, non indossate la maglia della Nazionale per promuovere il vostro successo perché minereste il valore del nostro lavoro”. Dalic ha rivendicato una generazione che “indipendentemente dalla nazione, dal budget o dall’importanza dello stadio. Scrivo queste righe a causa della difficile situazione in Croazia. La Croazia è il paese più povero dell’Unione Europea, governato da membri di quella che è stata considerata un’organizzazione criminale”. ” giovani non possono permettersi l’istruzione, la salute sta collassando e la magistratura è corrotta”. Poi ricordando l’intenzione di devolvere il premio: “Tutti i bambini croati avranno l’opportunità di trascorrere almeno sette giorni sulla costa croata. È il minimo che possiamo fare per i più deboli”.

CONDIVIDI