Si sentiva ‘un mostro’ e non degno neppure di avere degli amici dopo che un incendio in casa, da piccolo, gli ha provocato ustioni gravissime sul 95% per cento del corpo che hanno lasciato segni indelebili: ora Johnny Quinn, un ragazzo di Millington (nel Tennessee) di 19 anni ha imparato ad amare se stesso e sogna una carriera da modello.
Aveva solo quattro anni quando il cane di famiglia ha rovesciato una candela nel giardino sul retro di casa, dove stava giocando.
Il fuoco si è diffuso e il ragazzo è stato salvato dalla sorella, che lo accudiva in quel momento e che lo ha tirato fuori dalle fiamme.
Johnny ha subito oltre 80 interventi di chirurgia ricostruttiva e ha perfino combattuto l’anoressia mentre lottava per accettare il suo aspetto fisico mutato. Dopo essersi convinto che tutti fossero spaventati da lui, alla fine ha imparato ad accettare la sua fisicità come qualcosa che lo rende unico.
“Invece di guardarmi allo specchio ogni giorno e vedere qualcosa che odiavo, ho iniziato a pensare a cosa potevo migliorare e cosa potevo accettare- spiega il ragazzo – così tante persone mi fissano, ogni singolo giorno, ogni volta che sono in pubblico. Dopo il mio incidente, questo è stato molto peggiore persino delle ustioni fisiche. Ora provo a guardare tutto con una prospettiva diversa”. Adesso Johnny lavora con l’organizzazione Courageous Faces Foundation, per aumentare la consapevolezza sulle differenze fisiche, e tra i suoi sogni c’è quello di una carriera da modello. Un primo assaggio di cosa possa significare lo ha avuto durante un photo-shooting, realizzato per lui proprio dall’organizzazione, e seguito passo passo dalla Bbc, che ha raccontato la storia di Johnny nell’ambito del programma “Living Differently” in un servizio chiamato “The Model Covered in Burns”.

CONDIVIDI