L’infortunio a inizio match, al 4 minuto di gioco: David Ospina subisce un colpo involontario alla fronte da parte di Pussetto. Ospina, prontamente medicato in campo a causa di un taglio alla fronte, aveva ripreso regolarmente la gara con un vistoso cerotto. Al 41′ del primo tempo il portiere del Napoli si è accasciato ed è stato trasportato fuori dal campo in barella.

Immediato l’intervento dei medici e dell’ambulanza che ha trasportato il giocatore in codice rosso al Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo che si trova a poca distanza dallo stadio. Lì oltre al medico del Napoli, è presente anche la famiglia del portiere che è cosciente e viene monitorato con grande attenzione dai medici. E’ stata fatta una TAC  Total Body che ha dato esito negativo. Il giocatore trascorrerà la notte in ospedale nella Clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

All’esterno dell’Ospedale San Paolo di Napoli parole rassicuranti da parte del responsabile sanitario del Napoli, Alfonso De Nicola: “Ospina dovrà sare in osservazione per almeno 24 ore ancora a Pineta Grande più che altro per una questione di comodità. David non ha mai perso conoscenza è stato sempre cosciente, anche dopo il primo impatto. E’ vero che ha perso molto sangue per il taglio e probabilmente questo gli ha fatto venire un calo di pressione. Stavamo aspettando la fine del primo tempo per suturare bene la ferita che aveva avuto. Lui mi ha chiesto di restare in campo perché voleva continuare. Mi sono accertato che non aveva perso conoscenza altrimenti si trattava di un trauma cranico serio, e invece è stato semplicemente un primo taglio al cuoio capelluto. Al momento sta bene, ha fatto prelievo e TAC, si è provveduto a fare tutto. LA TAC ha, per il momento, scongiurato qualsiasi tipo di complicazione. Resterà in osservazione e poi dopo ripeterà gli esami. Alla fine mi ha chiesto anche il risultato della partita”.

CONDIVIDI