Brusco aumento del numero di casi di influenza, soprattutto nei bambini. Dopo l’inizio del periodo epidemico vero e proprio coinciso con l’inizio di dicembre, nell’ultima settimana, dall’11 al 17 dicembre, si e’ arrivati ad un’incidenza di 4,47 casi per mille assistiti per un totale di circa 270.000 casi. Dall’inizio della sorveglianza dei medici sentinella, si e’ raggiunta la quota di un milione di casi di sindromi influenzali, come segnala l’ultimo bollettino Influnet dell’Istituto superiore di sanita’ (Iss). La fascia di eta’ piu’ colpita e’ quella dei bambini sotto i cinque anni, con circa 12,68 casi per mille assistiti, seguita da quella tra i 5 e 14 anni con 7,19 casi. Piu’ bassi i valori nelle fasce piu’ adulte, con 4,09 casi tra i 15 e 64 anni e negli anziani over65 con 1,99 casi. Piemonte, Val d’Aosta, la provincia autonoma di Trento, Toscana, Marche, Lazio, Puglia, Basilicata e Calabria sono le regioni maggiormente colpite. Il livello dell’incidenza dei virus influenzali, secondo il rapporto, e? paragonabile a quello osservato nella scorsa stagione influenzale.

CONDIVIDI