Gli infermieri che sui social mortificano la professione con post inadeguati rispetto ai principi del loro lavoro riceveranno un richiamo disciplinare.    Arriva un altolà della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) che rappresenta gli oltre 440mila professionisti presenti in Italia, il più grande Ordine professionale italiano, nei confronti delle condotte inopportune degli Infermieri sui social. I 102 presidenti degli Ordini provinciali riuniti nel Consiglio nazionale hanno sottoscritto un documento sulla condotta dei loro iscritti sui social. Le azioni riguarderanno l’infermiere che qualificandosi tale agisce sui social e sul web, magari creando anche un profilo fake, mancando di decoro, di rispetto, usando turpiloquio, rinunciando a ogni possibilità di confronto costruttivo e sereno, parlando senza cognizione di causa sia in merito a evidenze scientifiche sia in merito a una consapevolezza ragionata dei fenomeni di cui discute.

CONDIVIDI