Sarà inaugurata martedì alle ore 11 il reparto di rianimazione dell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. A tagliare il nastro sarà il presidente della regione Vincenzo De Luca. A benedire il nuovo reparto, monsignor Angelo Spinillo, vescovo della diocesi di Aversa di cui fa parte Frattamaggiore. Presenti il sindaco della città, Marco Antonio Del Prete, e il direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore. «Si tratta di un’apertura storica, attesa da circa 30 anni dalla popolazione del territorio. I primi progetti per la realizzazione di questo reparto, infatti, risalgono ai primi anni ’90», si legge in una nota dell’Asl. Nell’ultimo anno l’Asl Napoli 2 Nord ha investito oltre 522.600 euro per la ristrutturazione e la nuova dotazione tecnologica del reparto di rianimazione del San Giovanni di Dio che, da oggi, potrà contare su apparecchiature d’avanguardia e spazi idonei a garantire cinque posti letto di rianimazione di cui uno in isolamento. Il reparto è stato pensato anche con una forte sensibilità all’umanizzazione delle cure: una stanza riservata è stata allestita con divani e sarà destinata al dialogo tra i medici e i familiari dei pazienti. I nuovi locali rappresentano un’importante occasione di crescita per l’intero ospedale, la nuova rianimazione, infatti, da un lato permetterà di ridurre i trasferimenti di pazienti in condizioni critiche presso altri ospedali, mentre dall’altro renderà possibile ai diversi reparti di trattare casi a maggiore complessità.

CONDIVIDI