Il ministro della Salute, Giulia Grillo

“Da settembre attiverò un canale diretto con il ministero per fare in modo che i cittadini mandino direttamente a noi le segnalazioni, ma ricordo che l’organizzazione e la gestione delle aziende sanitarie è delle Regioni. Dentro la quale il ministero non può entrare. E’ però mancato l’impulso politico negli ultimi anni sulle liste d’attesa”. Così il ministro della Salute Giulia Grillo, ospite della trasmissione ‘Radio anch’io’ in onda su Rairadio1, rispondendo alle domande degli ascoltatori sulle liste d’attesa per le visite specialistiche in ospedale.

Il ministro, appena insediato, aveva chiesto alle Regioni un report sulla situazione delle liste d’attesa, ma “hanno risposto nei termini da me indicati la metà delle Regioni – sottolinea – ancora ne mancano tre, mi pare. Quello che ci dicono dovrebbe essere la verità – ha aggiunto Grillo – ma poi andrebbe verificato caso per caso. O faremo delle visite a campione o ci baseremo sulle segnalazioni dei cittadini. Comunque la normativa sulle liste d’attesa, su cui già stiamo lavorando, va rivista”.

CONDIVIDI