Negli adolescenti obesi il microbiota ha caratteristiche uniche in termini di composizione microbica e metabolismo. Lo rivela lo studio italiano dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ pubblicato sulla rivista Frontiers in Microbiology del gruppo Nature. L’individuazione di nuovi marcatori batterici dell’obesita’ apre la strada a terapie con probiotici specifici, scelti su misura per la patologia e anche per l’eta’ dei pazienti.
I batteri presenti nell’intestino costituiscono il microbiota intestinale cioe’ un ecosistema complesso le cui funzioni sono importanti per la salute dell’uomo. Tra le funzioni fondamentali svolte dai batteri intestinali ci sono: la regolazione del sistema immunitario nell’intestino, la trasformazione di molecole che derivano dal cibo per produrre energia, la produzione di vitamine essenziali per l’uomo e la formazione di una barriera nei confronti di altri batteri potenzialmente “cattivi”.
L’obesita’ e’ un problema di salute in tutto il mondo. L’organizzazione mondiale della salute riporta che nel 2016 oltre 1,9 miliardi di adulti erano sovrappeso. Di questi oltre 650 milioni erano obesi, mentre oltre 340 milioni di bambini e adolescenti di eta’ compresa tra 5 e 19 anni erano in sovrappeso o obesi. Cosi’ in un comunicato l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ – IRCCS.

CONDIVIDI