Il sistema sanitario nazionale italiano e’ caratterizzato “da troppe luci e ombre”. Lo ha detto il ministro della Salute, Giulia Grillo, in apertura dei lavori della 68esima sessione del comitato regionale per l’Europa dell’Oms, che si tiene da oggi al 20 settembre prossimo a Roma. Grillo ha quindi precisato: “in Italia, negli ultimi anni ci sono stati troppi tagli alla sanita’, eseguiti spesso in modo lineare. E’ facile tagliare cosi’, piu’ difficile invece fare degli interventi mirati”. Il ministro ha tuttavia evidenziato che il sistema sanitario nazionale italiano rimane “un modello di riferimento per tutto il mondo, un sistema di eccellenza che oggi compie 40 anni. Abbiamo quindi la responsabilita’ di mantenere questo modello e ogni cittadino deve sapere che lo Stato vigila per garantire il diritto alla salute“. Ha poi aggiunto: “Sto lavorando per ridurre le diseguaglianze per quanto riguarda l’accesso alle cure nel nostro paese, in particolare sono impegnata per diminuire i ticket”. Secondo il ministro in Italia “abbiamo anche una carenza di medici e, in alcuni casi, anche di infermieri. Motivo per il quale stiamo preparando, proprio in questi giorni, un decreto di urgenza per risolvere questo problema”. Il ministro ha anche puntualizzato che sta lavorando sui tempi delle liste di attesa: “i cittadini non possono aspettare tempi lunghissimi. E’ mio impegno intervenire anche su questo aspetto e preciso che non si tratta di un libro dei sogni”.

CONDIVIDI