«Stamattina il figlio di una mia paziente di 5 anni mi ha dato questo biglietto per ringraziarmi delle cure alla sua mamma e dentro c’erano i suoi risparmi che ha voluto donarmi per la ricerca sul cancro… mi veniva da piangere».

Il dottor Pietro Caldarella, vicedirettore dello Ieo (Istituto Europeo di Oncologia) di Milano ha raccontato su Facebook la storia del piccolo Giovanni, che ha raccolto tutto quello che aveva (le sue monetine da uno, due e cinque centesimi) e lo ha messo in una busta, su cui ha scritto: «Caro Caldarella, da Giovanni», con la grafia incerta di un bimbo che non ha ancora iniziato la scuola.

Il bimbo ha assistito alla lotta sostenuta dalla sua mamma conto un tumore al seno, che ha contrassegnato lo scorso anno di preoccupazioni e tristezza.

Adesso che la sua mamma può ritenersi guarita e si sottopone a periodici controlli per monitorare la propria salute, il bimbo sente di esprimere la sua gratitudine alla ricerca sul cancro.

CONDIVIDI