Il Cardarelli si illumina di viola per celebrare la Giornata mondiale della prematurità e anche quest’anno propone iniziative di sensibilizzazione su un tema che in Campania riguarda ogni anno migliaia di famiglie. Se l’appello della Società Italiana di Neonatologia (SIN) è quello di puntare a migliorare l’assistenza neonatale e soprattutto ridurre il divario tra Centro-Nord e Sud, l’Azienda ospedaliera del Vomero ha precorso i tempi. Oggi infatti la Terapia Intensiva Neonatale del Cardarelli è un centro di riferimento regionale e con i suoi 8 posti letto di Terapia Intensiva e 14 posti letto di Patologia Neonatale effettua oltre 300 ricoveri all’anno.

Per celebrare la Giornata Mondiale della Prematurità l’equipe medico-infermieristica della TIN dell’Ospedale Cardarelli, diretta dalla dottoressa Maria Gabriella De Luca, aprirà domani le porte ai nonni dei piccoli pazienti dalle 12,30 alle 16,30.

«Anche su questo tema – dice il direttore generale Ciro Verdoliva – la nostra attenzione è massima. Sappiamo bene che per i bambini nati prima della 37esima settimana i primi giorni di vita sono fondamentali e per questo lavoriamo per garantire a tutte le nostre partorienti la migliore assistenza possibile».

CONDIVIDI