In occasione della 27esima giornata mondiale del malato, il cardinale Crescenzio Sepe si è recato in visita al Pascale.

La giornata del malato ha avuto inizio alle 10.30 con l’arrivo del cardiale nel giardino di inverno del reparto di Radioterapia dove Sepe ha incontrato oltre ai direttori e al personale medico e paramedico del Pascale anche le associazioni di volontariato che operano sul territorio. Un momento toccante che ha visto le testimonianze di “reduci” dal male, che, con le parole del cardinale: “È sempre pronto a colpire, come un nemico irriducibile”. Le testimonianze di guarigioni hanno sottolineato i passi da gigante fatti nelle cure, e la professionalità e il calore umano del personale del Pascale, che Sepe non ha esitato a definire: “Un’eccellenza di cui andare fieri”. La giornata è proseguita con la sua visita nei reparti e la benedizione della nuova sala angiografica digitale in funzione nell’Istituto.

 

Il management del polo oncologico ha disposto l’apertura gratuita al pubblico degli ambulatori. Dopo la visita dell’arcivescovo, infatti, sono stati aperti al pubblico, dalle 14.30 alle 16.30, gli ambulatori del quarto e quinto piano del day-hospital per visite gratuite maxillo facciale, urologiche, senologiche, ginecologiche, cardiologiche, addominali, visite ai nei. Aperto anche un ambulatorio antifumo.

«A nome di tutta la comunità dell’Istituto – dice il direttore generale, Attilio Bianchi – ringrazio sentitamente Sua Eminenza Sepe per aver voluto visitare il Pascale in occasione della Giornata del malato. E abbiamo voluto lanciare un segnale aprendo le porte alla città come per dire: noi siamo sempre qui a prenderci cura di voi».

CONDIVIDI