Oggi alle ore 11.00, nella sala della Giunta di Palazzo San Giacomo, alla presenza della delegata del sindaco alle Pari Opportunità Simonetta Marino, verrà presentata l’edizione 2018 del “Mediterranean Pride of Naples”, la storica manifestazione per la rivendicazione dei diritti civili della comunità LGBTQI che si svolgerà sabato. Interverranno gli assessori alla scuola al welfare ed alla cultura e spettacoli Annamaria Palmieri, Roberta Gaeta e Nino Daniele, Isabella Bonfiglio Consigliera di Parità, Città Metropolitana, Antonella Capone Portavoce Napoli Pride 2018 e Presidente Ass. Alti “Le Maree” Napoli Claudio Finelli delegato Cultura Arcigay, Loredana Rossi vicepresidente Atn — Associazione trans Napoli e Cinzia Mirabella regista dello Spot Napoli Pride 2018. Organizzato dal Comune di Napoli e dal Comitato Campania Rainbow il Mediterranean Pride of Naples 2018 segue l’Onda Pride che ha già coinvolto Avellino, Salerno e Pompei: il claim di questa edizione è Libertà, Uguaglianza, Fratellanza e Pride!. L’iniziativa si inserisce nella più ampia cornice di eventi nazionali e internazionali che celebrano i moti di Stonewall e riaffermano la necessità di tenere sempre accesa la discussione circa le libertà individuali e collettive. Il Mediterranean Pride of Naples 2018 è realizzato con il patrocinio della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli e della Consigliera di Parità della Città Metropolitana, del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America per il Sud Italia, dell’Istituto di Cultura Francese, del Consolato Generale di Spagna a Napoli, del Consulado de Venezuela en Ñapóles, dell’Osservatorio LGBT e del Centro di Ateneo Sinapsi dell’Università degli Studi di Napoli – Federico II e con il sostegno di Eav, Anm e Metronapoli. Intanto, in occasione del Pride di Marsiglia, che si è svolto sabato scorso e giunto ormai alla 25a edizione, nella cittadina francese si sono riuniti già nei giorni scorsi gli organizzatori di alcuni dei Pride che si svolgono nei paesi che affacciano sul Mediterraneo: insieme a Algeria, Tunisia, Libano, Turchia, Francia, in rappresentanza dell’Italia era presente Antonello Sannino di Arcigay Napoli, tra le associazoni promotrici del Mediterranean Pride of Naples. Al termine dell’incontro, promosso in solidarietà con le manifestazioni dell’ogoglio Igbt del Mediterraneo la cui organizzazione è stata repressa, è stato redatto un documento in cui si invitano i promotori dei Pride a fare fronte comune affinchè sia garantita la libertà di espressione, di manifestazione e della libera circolazione delle persone Igbti.

CONDIVIDI