Due medici che erano in servizio all’ospedale Maggiore di Lodi sono stati condannati a sei mesi di reclusione ciascuno per lesioni colpose per aver lasciato due tamponi di garza lunghi circa 20 centi metri nell’addome di una paziente di 40 anni. La donna era stata sottoposta a un intervento chirurgico ginecologico nel novembre del 2012 ed era stata quindi dimessa dopo una decina di giorni nonostante lamentasse forti dolori.

CONDIVIDI