“Non possiamo avere in Italia 21 farmaci antidepressivi e non sapere se ce n’è uno che funziona meglio degli altri. Così come per gli antidolorifici o gli anti gastrite. E non è accettabile che il Servizio sanitario nazionale spenda 280 milioni l’anno per la vitamina D che non cambia il numero di cadute nè quello delle fratture negli anziani”. Lo ha detto Sivio Garattini, farmacologo di fama internazionale, intervenendo alla presentazione del Ministro Giulia Grillo del documento di programmazione della nuova governance farmaceutica. Garattini tra l’altro ha fatto anche parte del tavolo insediato al ministero a cui hanno preso parte un gruppo di esperti indipendenti, esponenti del Mef , del Mise e le Regioni. “E’ irrazionale – ha continuato – che la Campania spenda il 20% pro capite ogni anno più della Lombardia per i farmaci. Ci sono troppe spese non giustificate. E non possiamo neppure avere 25 aziende che producono tutte lo stesso farmaco. Con un nome diverso, ma uguale nell’effetto: e allora quale di questi dovremmo usare? La soluzione è che se un farmaco funziona meglio degli altri, nel prontuario si mantiene solo quello e non gli altri”.
Garattini, Prontuario vecchio costa 20 mld all’anno
Un Prontuario farmaceutico fermo al 2005 con più di mille farmaci costa al Servizio sanitario nazionale più di 20 miliardi l’anno. E lascia aperta una domanda: risponde alle esigenze di salute dei cittadini? Ho molti dubbi”. Lo ha detto il farmacologo Sivio Garattini intervenendo alla presentazione fatta dal Ministro Giulia Grillo del documento di programmazione della nuova governance farmaceutica. Lo scienziato tra l’altro ha fatto anche parte del tavolo insediato al ministero.

Farmaci: arriva revisione prontuario e ‘dosi personalizzate’
Revisione del prontuario farmaceutico, verifica di dispensazioni di dosi personalizzate, ma anche una revisione delle disposizioni sui biosimilari fino alla digitalizzazione dei Registri Aifa. Nuovo sistema infine per le misure sul payback e allo studio di tetti di spesa regionali. Sono le novità per il settore farmaceutico contenute nel Documento che fissa i principi della nuova governance del settore, gia’ annunciate dal ministro Ministero della Salute Giulia Grillo, e presentate oggi con il direttore generale dell’Aifa Luca Li Bassi, la presidente del Comitato Prezzi e Rimborso Aifa, Francesca Tosolini e il farmacologo e componente del tavolo tecnico Silvio Garattini. Per l’entrata in vigore serviranno passaggi formali gestiti dall’Aifa, la produzione di documenti applicativi e indirizzi normativi di natura amministrativa.

CONDIVIDI