Crescere con i genitori che fumano puo’ essere uno svantaggio per la salute. Uno studio guidato dall’American Cancer Society ha rilevato che quando si e’ piccoli e i genitori fumano aumenta il rischio di morire per gravi malattie polmonari. I ricercatori hanno dichiarato che il fumo passivo nell’infanzia “e’ probabile che aggiunga ogni anno sette morti su 100mila adulti non fumatori”. Per arrivare a queste conclusioni, pubblicate sull’American Journal of Preventive Medicine, sono stati coinvolti 70.900 donne e uomini non fumatori. I partecipanti sono stati interrogati sulla loro esposizione al fumo per tutta la vita e la loro salute e’ stata monitorata nei 22 anni successivi. Ebbene, il fumo passivo ha diverse implicazioni per la salute. Dai risultati e’ emerso che l’esposizione al fumo 10 o piu’ ore alla settimana aumenta il rischio di morte per cardiopatia ischemica del 27 per cento, per ictus del 23 per cento e di malattia polmonare ostruttiva cronica del 42 per cento rispetto a coloro che vivevano con non fumatori. Secondo i ricercatori, quindi, il modo migliore per proteggere i bambini e’ smettere di fumare.

CONDIVIDI