Da mesi la Regione Campania ha chiesto fondi per opere di adeguamento e ristrutturazione dell’ospedale San Giovanni Bosco al ministero della Salute. Lo precisa una nota della giunta regionale che spiega che con l’accordo di programma “ex art. 20 della legge 67/88 – III Fase – I Stralcio, sottoscritto tra la Regione Campania, il ministero della Salute e il Mef, nel mese di febbraio 2018, per circa 170 milioni di euro, sono stati approvato lavori di adeguamento al San Giovanni Bosco, con messa a norma e adeguamento ai requisiti minimi previsti dalla legislazione vigente, per un milione di euro, e attualmente, si sta completando la progettazione prima di poter passare all’affidamento dei lavori; per il completamento della III fase dell’art. 20, al momento in fase di istruttoria da parte del ministero della Salute, l’Asl Napoli 1 ha presentato una richiesta per 7,8 milioni di euro; al fine di poter effettuare le verifiche della vulnerabilita’ sismica degli ospedali dell’Asl Napoli 1 e di altre aziende sanitarie, la Regione Campania ha presentato una richiesta al Ministero della Salute di 15 milioni di euro, per le quali si e’ in attesa del finanziamento; inoltre, per l’esecuzione di opere di adeguamento alle norme di prevenzione incendi degli ospedali dell’Asl Napoli 1, principalmente per il pronto soccorso del San Giovanni Bosco, la Regione ha presentato una richiesta di 7,7 milioni di euro, per i quali si e’ in attesa di finanziamento. All’ospedale San Giovanni Bosco non sono mai stati effettuati lavori di ristrutturazione dal 1978, anno della sua inaugurazione.

CONDIVIDI