Le priorita’ Ue per la salute, come la cooperazione per aumentare la copertura vaccinale, la risposta alle crisi e la digitalizzazione dei sistemi sanitari saranno finanziate con 413 milioni di euro nel nuovo Fondo sociale europeo 2021-2027 e potranno attingere anche da altri cinque fondi Ue. E’ uno dei dettagli che emerge dalla proposta legislativa sul ‘Fse+’ presentato oggi dalla Commissione Ue. Secondo la bozza, che dovra’ essere esaminata da Europarlamento e Stati membri, il fondo sociale prevede 413 milioni di euro per la salute, ma i progetti legati a temi come vaccinazioni, risposta alle emergenze sanitarie e digitalizzazione della sanita’ potranno avere accesso piu’ facile a finanziamenti da fondi per la ricerca (Horizon) e per le regioni, da programmi come Digital Europe e InvestEU, e dal fondo Ue per le emergenze. “Copertura vaccinale, risposte alle pandemie e alle crisi, digitalizzazione della sanita’ sono cose che nessun paese puo’ affrontare da solo – spiega il commissario Ue alla salute Vytenis Andriukaitis – per questo la proposta di oggi aumenta l’integrazione tra i fondi Ue sulla salute, intensificando la cooperazione a piu’ livelli, tra i paesi e le istituzioni scientifiche”.

CONDIVIDI