La vendita di un tipo di protesi al seno prodotto dall’azienda Allergan, e sospettato di far aumentare il rischio di sviluppare un tumore, è stata sospesa in Europa. La notizia è stata confermata dall’Agence national de sécurité du médicament et des produits de santé (ANSM), l’ente governativo francese che si occupa di sicurezza dei farmaci e prodotti sanitari, che da tempo indaga sulla vicenda, anche se il comunicato non la cita direttamente. Allergan è tra i più grandi produttori di protesi al seno al mondo, soprattutto del modello ruvido (“testurizzato”), che secondo molti chirurghi dà un risultato più naturale e minori complicazioni rispetto a quello liscio. Il problema è che ormai da tempo si sospetta ci sia una correlazione tra protesi ruvide e il linfoma anaplastico a grandi cellule (ALCL) , una rara forma di linfoma che interessa i linfociti T, un tipo di cellule del sistema immunitario.

CONDIVIDI