Bicicletta, nuoto, ballo da sala, tiro con l’arco, golf: per chi ha subi’to un intervento al ginocchio attivita’ sportive come queste non sono solo possibili, ma consigliate. Passeggiate, esercizi aerobici, nuoto, bowling, bicicletta sono invece quelle suggerite per chi e’ stato sottoposto ad intervento protesico alla spalla. Lo ha consigliato Marco Maiotti, primario dell’U.O.C. di Medicina e Traumatologia dello Sport presso l’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma, specialista in Ortopedia e Medicina dello Sport. Tornare a fare sport dopo un’operazione importante grazie alle moderne tecniche di chirurgia, secondo l’esperto, e’ ormai una realta’ assodata e alla portata di tutti. Tuttavia, bisogna fare attenzione alle problematiche relative all’usura degli inserti in polietilene e alla mobilizzazione dei materiali che compongono la protesi, che potrebbero subire traumi e microtraumi da “contatto” a seguito di un’attivita’ fisica cosiddetta “ad alto impatto”. Per prevenire danni basta farsi seguire da un buon fisioterapista e preparatore atletico. “L’attivita’ fisica, come conferma uno studio ASES (American Shoulder and Elbows Surgeons) e’ consigliata – ha spiegato Maiotti – in quasi tutti i casi: in particolare, il 100 per cento dei chirurghi consiglia sport a basso impatto (bicicletta; passeggiate; esercizi aerobici), l’81 per cento a medio impatto (nuoto, bowling) e il 51% dei chirurghi sconsiglia attivita’ ad alto impatto”.
CONDIVIDI