Da giovedì a domenica la Sipps riunirà presso l’Hotel Royal Continental pediatri di famiglia ed esperti del settore provenienti da tutta Italia nel consueto appuntamento “N apule è. ..”. Per l’occasione il capoluogo partenopeo diventa la capitale dell’infanzia e della pediatria preventiva e sociale. Il convegno inaugura i lavori il pomeriggio di giovedì con la presentazione da parte di Giuseppe Di Mauro, presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, a cui seguirà il saluto dei rappresentanti delle istituzioni. Nel corso della quattro giorni di incontri e dibattiti Napoli sarà teatro di confronto su temi di interesse generale della pediatria, relativi a cinque macro aree: prevenzione, nutrizione, allergologia, dermatologia e gastroenterologia. «Anche quest’anno – dichiara Di Mauro – abbiamo voluto costruire un’occasione di incontro preziosa per approfondire e fornire aggiornamenti adeguati con il supporto dei massimi esperti del settore. Affronteremo infatti tutti gli argomenti per fornire ai pediatri e alla comunità che gravita intomo alla Sipps le migliori evidenze scientifiche per la cura ed il benessere dei piccoli pazienti». A conclusione della prima giornata sono previste tré importanti letture: la prima è un omaggio al “Centenario della na scita di Roberto Giuseppe Burgio”, figura fondamentale nel campo della pediatria; la seconda si soffermerà su “II mistero del microchimerismo nel bambino” e l’ultima affronterà il tema “Diabete mellito di tipo 1 : la dolcezza della prevenzione”. Venerdì spazio alla “Consensus sull’Alimentazione Complementare: strumento per la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili e per la riduzione delle ineguaglianze sociali”. La tematica sarà sviluppata in due sessioni. «Una corretta alimentazione – spiega sempre Di Mauro – equivale ad una corretta prevenzione primaria di malattie metaboliche e croniche nel bambino e, successivamente, nell’adulto. Nei primi anni di vita del bambino la sua alimentazione è fondamentale e sicuramente è uno dei più importanti determinanti di salute». La seconda giornata si conclude con le “Relazioni affettive e strumenti di educazione parentali nell’attuazione dell’Alimentazione complementare”. La sessione mattutina di sabato è incentrata sulla “Guida pratica Oculistica in età evolutiva. Pre venzione, screening e principali patologie di interesse ambulatoriale”. Gli oculisti pediatri affronteranno la terapia farmacologica topica alla cataratta congenita; i difetti refrattivi e ambliopia, fino a blefariti, cheratiti, congiuntiviti, per finire all’occhio ed alle infezioni congenite e connatali. «Il nostro obiettivo – conclude il presidente Sipps – è quello di realizzare il “passaporto per lo screening dell’ambliopia” per i bambini che non hanno ancora iniziato la scuola elementare. In questo modo possiamo prevenire gravi problemi oculistici ed evitare che i bimbi siano condannati in futuro a non vedere nel migliore dei modi». A chiusura la lettura: “To be or not to be… “veg”: this is the question” a cura di Margherita Caroli.

CONDIVIDI