È andato a buon fine l’intervento di Neurochirurgia, il primo eseguito nel reparto dell’Ospedale del Mare, su di un ragazzo di 25 anni, operato per un angioma cerebrale che aveva provocato diversi episodi di sanguinamento. Il ragazzo, nato a Vallo della Lucania e residente a Salerno, è stato affidato alle cure del reparto  guidato dal professore Giuseppe Catapano, direttore dell’Unità operativa di Neurochirurgia. Dopo uno studio neuroradiologico, il giovane è stato sottoposto a un delicato intervento di microchirurgia, durato circa 5 ore che ha permesso di rimuovere completamente la malformazione vascolare. Nelle ore successive é stato risvegliato dall’intervento senza alcun deficit e, dopo 12 ore in rianimazione, é stato riportato in reparto. Hanno contribuito alla riuscita dell’intervento una équipe di medici di neurochirurgia, di rianimazione, neuroradiologia e sala operatoria. Hanno partecipato all’intervento Michele Villano Michele e Giovanni Iannaccone, Pio Zannetti, neodirettore della Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione e Vincenzo D’Agostino neuroradiologo.

«Esprimo viva soddisfazione per la riuscita dell’intervento, che dimostra, ancora una volta, che nell’Ospedale del Mare vi sono medici di grande professionalità – ha commentato Mario Forlenza, direttore generale della Asl Napoli 1 – e la mia scelta di individuare, all’esito di procedure concorsuali, come direttori delle unità operative Neurochirurgia e Anestesia e Rianimazione rispettivamente Giuseppe Catapano e Pio Zannetti è stata giusta e fatta sulla base di valutazioni più che positive che hanno ora riscontro oggettivo», «Il prossimo obiettivo – ha affermato – sarà l’apertura del Pronto Soccorso, per la quale sono state avviate le procedure di assunzione di medici all’esito di concorsi di discipline importanti e di ulteriore personale infermieristico e di Oss».

CONDIVIDI