Grande festa al Policlinico Federico II di Napoli per l’arrivo della Befana del Prematuro. Una festa che e’ stata arricchita dal dono di un’ambulanza attrezzata che consente di avere una sorta di terapia intensiva neonatale mobile. Un mezzo la cui presenza e il cui impiego per i bambini nati prematuri puo’ costituire un fattore determinante, in alcuni casi, per la sopravvivenza. A donare l’ambulanza e’ stata la Fondazione Cannavaro-Ferrara. ”Per la seconda volta in 13 anni – ha detto Francesco Raimondi, responsabile del reparto di Terapia intensiva neonatale del Policlinico federiciano – la Fondazione Cannavaro-Ferrara ci omaggia di un’ambulanza per i nostri piccoli neonati. La rapidita’, il tempo di intervento sono variabili critiche e pertanto avere un trasporto neonatale efficiente fa la differenza sia in termini di mortalita’ che di esiti permanenti”. Un reparto quello del Policlinico che – come sottolineato – costituisce il Centro nascita con la maggiore concentrazione di nati fisiologici e di ricoveri in terapia intensiva neonatale i cui piccoli pazienti sono curati e coccolati con straordinaria dedizione da tutto il personale sanitario. Secondo i numeri, i prematuri sono circa il 10 per cento della popolazione. ”Il nostro Centro nascita – ha affermato Anna Iervolino, direttore generale del Policlinico – e’ il piu’ grande della regione e siamo in grado di offrire alle partorienti e ai bambini che possono avere difficolta’ la migliore assistenza anche in virtu’ della presenza della Terapia intensiva neonatale e del servizio di trasporto in emergenza a disposizione di tutto il territorio regionale affinche’ la nascita possa essere un momento gioioso anche in presenza di intoppi”. L’ambulanza infatti sara’ a disposizione di tutta la Campania. I fondi sono stati raccolti lo scorso dicembre in occasione del Gala Charity Night. ”Sono stati tantissimi gli amici e gli imprenditori che ci hanno accompagnato – ha evidenziato Vincenzo Ferrara, direttore della Fondazione – segno che Napoli ha un cuore grande a tutti i livelli”. A festeggiare la Befana del Prematuro anche il sindaco, Luigi de Magistris, che ha sottolineato ”il grande lavoro di quanti operano in questa struttura con competenza, professionalita’ e umanita’ a cui se si aggiunge anche la costruzione di una rete composta da ente locale, privato sociale e fondazioni si possono raggiungere grandi risultati e si possono trovare risorse economiche aggiuntive e risorse umane. Napoli – ha proseguito – in questi anni sta mettendo insieme professionalita’, cuore e squadra”. Alla festa ha partecipato anche il presidente della BCC, Amedeo Manzo. Ad animare la festa per i bambini la musica di Luciano Martucci e Livia Iodice e il teatrino ‘Ole e Ilvia’ e tanti animatori. La festa e’ ance l’occasione per la presentazione del calendario 2020 realizzato dall’associazione Rosa-Azzurro Onlus con le foto dei bimbi. 

CONDIVIDI