“Senza ricerca non c’è cura. L’ospedale non deve essere una azienda ma una comunità aperta e accogliente di persone orientate ad una missione precisa. Voglio annunciare che nei prossimi anni faremo investimenti strutturali e tecnologici che cambieranno il volto dell’ospedale Bambino Gesù, in particolare a Roma e Palidoro, sul litorale laziale. A gennaio aprirà a Villa Luisa, sulla via Aurelia, il primo hospice pediatrico del Centro-Sud Italia”. Lo ha annunciato Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù, nella sua relazione per la presentazione del bilancio dell’ospedale pediatrico della Capitale. Alla domanda dei giornalisti sull’ammontare degli investimenti, la Enoc ha risposto che “non siamo ancora in grado di valutare la cifra complessiva ma le acquisizioni hanno già superato i 50mln di euro”.

“Sempre a Roma – aggiunge Enoc – ma ci vorranno alcuni anni abbiamo avviato il programma per la realizzazione di un grande polo ospedaliero in via di Villa Pamphili che raddoppierà la superficie del Gianicolo. Sono sfide grandi, che fanno tremare i polsi. Ma sono sfide ineludibili”.

“Sono felice di poter consegnare e pubblicare un bilancio in equilibrio – conclude Enoc – caratterizzato dal segno positivo della gestione ordinaria. Sappiamo tutti quanto questo sia importante e quanto sia difficile, ma proprio per questo voglio ringraziare tutti quelli che si sono impegnati e ci hanno sostenuto”.

CONDIVIDI