«Un ecografo di ultima generazione del quale ringraziamo, per la generosità, la Chiesa di Napoli». Così il direttore generale della Asl Napoli 1, Mario Forlenza, ha accolto in dono il nuovo ecografo destinato al reparto di Pediatria dell’ospedale San Paolo di Napoli. Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita della città, ha benedetto la nuova strumentazione, acquistata con parte dei proventi dell’asta di beneficenza dello scorso anno, cui si aggiunsero quello delle trasmissioni televisive di Made in Sud e le offerte all’epoca pervenute. «Manteniamo le promesse – ha commentato il cardinale Sepe – Già da qualche tempo, avevamo preso in considerazione la richiesta dell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta per questo ecografo, l’anno scorso non è stato possibile quest’anno sì».

«Questa iniziativa era stata già pensata lo scorso anno quando fui contattato dalla Curia che mi chiese quale apparecchiature sarebbero potute essere utili e in quale strutture servissero – ha affermato il dg Forlenza – segnalai l’ospedale San Paolo con la necessità di un ecografo per la Pediatria e neonatologia».

Nei prossimi giorni diventeranno concreti altri due progetti (oasi del sorriso per la cura dell’autismo presso policlinico Federico II; ecografo portatile per reparto che accoglie bambini leucemici ospedale Pausili- pon) finanziati sempre con le risorse raccolte con l’Asta di beneficenza organizzata nel 2017, una iniziativa che il cardinale Crescenzio Sepe ha assunto sin dal suo arrivo a Napoli nel 2006 èva realizzando in sinergia con il Centro Produzione Rai di Napoli, diretto da Francesco Pinto.

CONDIVIDI