La visita di oggi degli Ispettori del Ministero della Salute presso l’ospedale di Giugliano è stata concordata con gli Uffici Regionali, con la Direzione dell’ASL Napoli 2 Nord, con la Direzione Sanitaria del San Giuliano. La missione dei tecnici del Ministero fa seguito alle indagini interne già avviate dal Sistema Ispettivo dell’ASL Napoli 2 Nord, successivamente al decesso di una donna avvenuto alcune ore dopo il parto, lo scorso 29 settembre. L’ASL, infatti, già dalle prime ore successive al decesso, ha attivato i Servizi Ispettivi interni.
A Giugliano il reparto di Ginecologia ed Ostetricia è stato fortemente rinnovato grazie all’arrivo di nuovo personale, all’acquisto di nuove tecnologie e alla ristrutturazione delle stanze di degenza, del nido e delle sale travaglio.
Lo scorso anno al San Giuliano sono nati oltre 750 bambini, di cui 555 da donne alla prima gravidanza. Il reparto si è segnalato tra quelli che in Campania hanno effettuato il minor numero di parti cesarei su donne alla prima gravidanza con una percentuale del 24,32%.

CONDIVIDI