Vincenzo De Luca (Fabio Cimaglia / LaPresse)

“Il solo fatto di parlare dei commissari e’ un danno e una provocazione, un atto di irresponsabilita’. Invitiamo tutti a fare le persone corrette e a non confondere il governo nazionale con la piattaforma Rousseau e i tweet. Le palle sono le palle, il governo e’ una cosa seria”. Lo dice il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in vista del consiglio dei ministri che oggi potrebbe nominare il nuovo commissario alla sanita’ regionale in sostituzione proprio di De Luca. “Ci aspettiamo la correttezza e il rispetto dei fatti – sottolinea il presidente della Regione -. Siamo stati gia’ dei galatuomini a non querelare il ministro Grillo per le stupidaggini che ha detto in relazione all’ospedale di Benevento. Ma la nostra pazienza e’ arrivata alla fine”. I commissari “si nominano per due motivi – ricorda De Luca – ovvero quando c’e’ una gestione finanziaria in deficit e quando non si raggiunge il livello minimo dei Lea. La Campania raggiunge da sei anni gli obiettivi di bilancio e da un anno quelli dei Livelli essenziali di assistenza”.

CONDIVIDI