“Mi auguro che i cittadini revochino la fiducia che hanno dato ai dirigenti 5 Stelle. Non la meritano, sono nemici di Napoli e della Campania”. Parola del governatore e commissario alla sanita’ della Campania, Vincenzo De Luca, intervenendo a Lira Tv dopo che ieri a Roma si e’ tenuto il tavolo congiunto di Mef e ministero della Salute di verifica del piano di rientro. “I dirigenti del Movimento 5 Stelle hanno l’obiettivo di impedire che sia chiaro agli occhi di tutti i cittadini che noi abbiamo fatto un miracolo in Campania e che dopo 10 anni non c’e’ piu’ bisogno del commissariamento della sanita’ perche’ abbiamo rivoluzionato il comparto”, questo, secondo De Luca, il motivo per cui l’M5S vuole tenere in piedi il commissariamento, nominando un nuovo commissario in sostituzione del governatore. “Alla domanda: ma perche’ voi 5 stelle volete commissariare? La risposta – dice il governatore – non c’e’, e’ tutta in termini di politica politicante. Eppure oggi in tutta Italia sanno che abbiamo fatto un miracolo”. Nella riunione di ieri a Roma “e’ stato certificato – ricorda De Luca – che il bilancio e’ in attivo da 5 anni e che i Lea hanno raggiunto la soglia dei 160 punti prevista per legge. Sono dati oggettivi valutati dal Mef, che e’ lo stesso ministero che propone il commissariamento”. Il presidente della Regione torna poi, sul caso dell’ospedale di Sant’Agata de Goti (Benevento), ad attaccare il ministro della Salute, Giulia Grillo, che “ha fatto un comunicato dicendo una cosa falsa. Dovremmo querelare per diffamazione questo sedicente ministro del governo”. 
CONDIVIDI