Vincenzo De Luca (Fabio Cimaglia / LaPresse)
“Proseguendo cosi’, senza distrazioni nel nostro lavoro, e se come stiamo facendo liberiamo la sanita’ campana dal debito passato, saremo in grado di avviare la richiesta di fuoriuscita dal commissariamento entro il 2018”. Cosi’ il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, commissario di governo per attuare il piano di rientro dal disavanzo sanitario da otto mesi, ha fatto il punto sul lavoro svolto nel corso dell’iniziativa organizzata dall’Azienda Ospedaliera Ruggi di Salerno che oggi ha attivato la rete Stroke Unit. “Per concludere l’iter sono necessarie le verifiche da parte dei ministeri dell’Economia e della Salute, ma – ha spiegato De Luca, – gia’ per fine anno, per il livello dei Lea (livelli essenziali di assistenza) raggiunto, per la situazione finanziaria, per il superamento delle emergenze piu’ gravi che avevamo, siamo in condizione di chiedere che la Campania esca dal commissariamento. Intanto parte ufficialmente la rete dell’ictus gia’ attiva in via sperimentale, e’ modello per l’intero territorio campano. L’equipe medica eseguira’ tutti gli esami diagnostici necessari e decidera’ il trattamento terapeutico piu’ indicato gia’ all’arrivo al pronto soccorso. Dopo gli accertamenti, seguira’ il ricovero nella “Stroke Unit”, reparto specializzato e dedicato alla gestione dell’attacco ischemico in fase acuta”. Nella rete e’ operativo un team multidisciplinare che segue i pazienti, dalla presa in carico dei sanitari del 118, fino alla conclusione del percorso riabilitativo. Sara’ cosi’ possibile avviare la terapia riabilitativa entro le prime 24/48 ore dopo l’ictus. A margine dell’iniziativa, il presidente De Luca ha incontrato Andrea Reale in rappresentanza della conferenza dei sindaci della Costiera Amalfitana rassicurandoli ed escludendo ogni limitazione dei servizi offerti dal presidio di Castiglione.

CONDIVIDI