La Procura di Napoli
La Procura di Napoli

Mario Caiazzo

La storia va avanti da un mese, senza soluzioni di continuità. Stiamo parlando del concorso per reperire 33 infermieri, indetto dall’Azienda ospedaliera dei Colli. Dalle domande contenute nei test e ritenute, dai più, assurde; passando attraverso il presunto mancato controllo dei candidati (che avrebbero usato i telefonini cellulari per connettersi a internet durante le preselezioni e rispondere alle domande); fino ad arrivare al caso delle parentele che intercorrono tra molti dei «finalisti» del bando e lavoratori occupati presso l’Azienda ospedaliera dei Colli. Quest’ultima non è una supposizione, ma è il risultato dell’incrocio dei dati effettuato con i nomi dei partecipanti al bando e i dipendenti dell’azienda. Sulla vicenda ha prodotto un esposto, inviato alla Procura, il consigliere regionale del M5S, Valeria Ciarambino.

Valeria Ciarambino e Luigi Di Maio

«Dubbi» sulla regolarità delle dinamiche del concorso erano venuti prima che si svolgessero le prove, quelle del 20 e del 21 dicembre scorsi. Secondo quanto scritto nell’esposto a firma di Valeria Ciarambino (che ricopre anche il ruolo di presidente della Commissione speciale per la trasparenza e il controllo delle attività della Regione Campania), giorni prima che iniziassero i test, si sarebbe infatti diffusa la voce riguardo all’esito positivo della prova preselettiva per tutti gli infermieri interinali della Lavorint, già in servizio presso la succitata azienda ospedaliera.

A questi ultimi «delegati sindacali avrebbero raccomandato di non completare il questionario, che sarebbe potuto essere completato ex post, in virtù del regolamento adottato che prevedeva che sulla scheda, si potessero correggere, una volta, tutte le risposte».

La segnalazione pervenuta al gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, era stata immediatamente trasmessa al direttore generale dell’Azienda ospedaliera dei Colli, che pertanto aveva provveduto a modificare il regolamento. Tutto ciò, due giorni prima dell’inizio della sessione di prove.