Infezioni comuni, come quelle del tratto urinario e respiratorie, potrebbero raddoppiare il rischio di subire un ictus e aumentare in modo significativo le probabilita’ di avere un infarto. Il rischio sarebbe addirittura maggiore di quello legato all’obesita’ e al pari della pressione alta e del diabete. Queste sono le conclusioni di uno studio dell’Aston Medical School di Birmingham presentato alla conferenza dell’American College of Cardiology a Orlando. Lo studio ha coinvolto 1,2 milioni di pazienti ricoverati in ospedale, di cui 34mila con infezioni del tratto urinario o del tratto respiratorio. Confrontando i dati con quelli di un gruppo di controllo di pazienti con la stessa eta’, e’ emerso che le infezioni aumentano del 40 per cento le probabilita’ di avere un infarto e del 150 per cento di avere un ictus. In pratica, coloro che hanno un’infezione hanno tre volte piu’ probabilita’ di morire, se hanno sofferto di malattie cardiache. Secondo i ricercatori, le infezioni possono causare infiammazione, recentemente collegata a malattie cardiache. “I dati mostrano una chiara associazione tra infezioni e malattie cardiache e ictus potenzialmente letali, e le cifre sono troppo grandi per essere ignorate”, ha detto Paul Carter, principale autore dello studio.

CONDIVIDI