Il sostituto procuratore Cristina Ribera ha chiesto al gup di Napoli, Rossella Marro,  dodici anni di reclusione per il fisioterapista di 54 anni, accusato di abusi sessuali ai danni di tre bimbe affette da autismo, perpetrati in un noto centro di riabilitazione della città. Ne dà notizia Il Mattino.

Risale allo scorso agosto, l’arresto da parte della Squadra mobile di Napoli, a seguito della denuncia presentata dalla madre di una minore nei confronti del terapista, per presunti abusi sessuali commessi nei confronti della giovanissima paziente. Durante le indagini, coordinate dal magistrato della VI sezione della Procura partenopea, gli agenti della polizia di Stato scoprirono condotte inequivoche anche su altre pazienti minorenni, alle quali l’uomo scattava anche delle foto. Grazie alle immagini di alcune microcamere il fisioterapista, originario dell’hinterland, venne «incastrato» e quindi sottoposto a fermo, per evitare che gli abusi si ripetessero.

CONDIVIDI