La direzione generale dell’azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro ha annullato le procedure preselettive dei concorsi per la copertura di 18 posti a tempo indeterminato per infermieri e 30 posti a tempo indeterminato per operatori socio sanitari sui quali, nelle scorse settimane, sono state denunciate irregolarita’ da parte di alcuni partecipanti. Il provvedimento, adottato dal dg Giuseppe Panella, e’ motivato, tra l’altro, dal fatto che “le concrete modalita’ di svolgimento delle prove preselettive non hanno garantito il principio dell’anonimato in quanto la correzione degli elaborati e’ avvenuta, ad opera della societa’ affidataria del servizio, al di fuori delle regole stabilite a presidio della trasparenza della procedura”. Dalle verifiche effettuate dall’azienda – si legge ancora nella delibera della direzione generale del “Pugliese” – risulta che le operazioni si sono svolte “in assenza di una rappresentanza dei candidati, della Commissione e/o del Rup, e con la mancata sottoscrizione dell’elenco anonimo preliminare da parte di una rappresentanza dei candidati e della Commissione e/o del Rup” e “che da tali irregolarita’ e’ derivato un vizio insanabile dei procedimenti interessati”. La direzione generale del “Pugliese Ciaccio” ha contestualmente deliberato – prosegue il provvedimento aziendale – di “rinnovare le procedure preselettive assegnando alle rispettive Commissioni il compito di presiedere a tutte le operazioni, ivi compresa la correzione e l’attribuzione dei punteggi ai candidati, nel rispetto dei principi stabiliti dalle leggi in materia di selezioni pubbliche concorsuali”.

CONDIVIDI