Arriva in Corso Secondigliano n°479, alla Parrocchia Sant’Antonio di Padova a Carbonelli, il Camper della Salute della ASL Napoli 1 Centro per offrire gratuitamente e senza prenotazione visite senologiche di prevenzione.
L’appuntamento, che è parte della campagna “Il Sabato degli Screening”, si tiene oggi (sabato 06 aprile dalle ore 16 alle ore 21) e vede impegnati i medici esperti in senologia del Distretto Sanitario di Base n°30, diretto dal dottor Sergio Pasquinucci. Inoltre, le donne che lo vorranno, potranno anche effettuare la prenotazione per una Mammografia con tomosintesi da effettuare al Poliambulatorio di Secondigliano – Rione dei Fiori. Il Pap Test,
sempre gratuito, verrà effettuato al Consultorio Ginecologico del Presidio di Miano (via V. Valente). Sempre oggi verranno distribuiti i Kit per la ricerca del sangue occulto nelle feci quale screening del tumore del colon-retto.

Un’altra giornata, insomma, dedicata alla salute per quanti vorranno raggiungere il Camper della Salute della ASL Napoli 1 Centro. Non solo si potranno fare visite gratuite, ma sarà anche possibile prenotare gli screening – sempre gratuiti – previsti dalla campagna “Mi voglio bene”, messa in campo dalla Regione Campania per la prevenzione del tumore del collo dell’utero, della mammella e del colon retto. “Confermiamo nei fatti – sottolinea il
Commissario Straordinario Ciro Verdoliva – che la ASL Napoli 1 Centro, in linea con gli indirizzi del Presidente Vincenzo De Luca, è al fianco dei cittadini nella prevenzione. Grazie all’impegno volontario del nostro personale,in primis medici e infermieri, saremo in grado di diffondere un messaggio chiaro su quello che è l’importanza della prevenzione in merito alle malattie tumorali”. Ogni sabato una piazza diversa della città di Napoli sarà  protagonista di questa campagna di comunicazione di prevenzione.
Per comprendere l’importanza dell’Iniziativa, basti pensare che ogni giorno in Italia vengono diagnosticati 1.000 nuovi casi di cancro, di cui il 52% colpisce gli uomini e il 48% le donne. Nel contempo c’è da dire, però, che negli ultimi anni, grazie soprattutto alla maggiore adesione da parte dei cittadini alle campagne di screening, e grazie
anche alla maggiore efficacia delle terapie, sono complessivamente migliorate le percentuali di guarigione. Molti tumori potrebbero essere prevenuti o diagnosticati in tempo se in tanti aderissero ai protocolli di screening e diagnosi precoce proposti dalla Sanità Regionale. “La nostra speranza – aggiunge il sub Commissario Sanitario Anna Borrelli- è che la giornata accolga non solo tantissime adesioni da parte dei cittadini napoletani, ma che sia anche utile a trasmettere l’importanza che la diagnosi precoce riveste nella cura delle malattie”.

CONDIVIDI