“Ancora un episodio di aggressione ai danni del personale del 118, a Napoli: stavolta, in vico Cimitile, dove, in seguito ad una chiamata di emergenza, il personale e’ giunto per soccorrere una persona priva di conoscenza. Un individuo, estraneo alla famiglia della persona soccorsa, ha aggredito gli operatori che comunque sono riusciti lo stesso a prestare soccorso”.
A rendere nota la notizia e’ il consigliere regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanita’ che annuncia: “Chiederemo al Prefetto la convocazione del Comitato per l’ ordine e la sicurezza sul tema delle aggressioni al personale sanitario, per valutare ogni possibile soluzione, ivi compresa la possibilita’ di inserire personale di pubblica sicurezza nelle autoambulanze”. Borrelli spiega l’accaduto: “una volta accompagnata la paziente al Pronto Soccorso dell’ospedale Cardarelli in codice rosso, uno degli operatori si e’ fatto refertare per contusioni al volto e piccole escoriazioni. Non e’ possibile andare avanti cosi’.
Il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli
Chi aggredisce il personale sanitario del 118 non solo compie un atto delinquenziale inqualificabile ma mette seriamente in pericolo la vita delle persone da soccorrere. La mia piena solidarieta’ al personale del 118 coinvolto in questo episodio. Continuando di questo passo dovremo prevedere corsi di autodifesa per operatori sanitari”.
CONDIVIDI