Nel corso di questa notte una vera e propria bomba d’acqua si è abbattuta su Ponticelli, causando un allagamento di alcune aree destinate al reparto di Radioterapia dell’Ospedale del Mare. L’allagamento è stato determinato in particolare dall’impossibilità per la condotta fognaria di drenare l’enorme quantità d’acqua precipitata al suolo nel giro di pochissimi minuti. «Le bombe d’acqua sono ormai una realtà con la quale sempre più spesso dovremo fare i conti – dice Ciro Verdoliva – e i reparti di Radioterapia, che per ovvie ragioni sono allocati al di sotto del piano stradale (nel nostro caso al livello -2), sono i più esposti. Già dalle prime ore dell’alba la squadra di tecnici dell’ASL Napoli 1 Centro si è messa al lavoro per ripristinare la funzionalità delle macchine, le prove di funzionamento sono già state eseguite ed entro domani mattina sarà nuovamente possibile erogare il servizio». La direzione generale ha chiesto e sollecitato la direzione sanitaria di presidio affinché nella giornata di domani vengano recuperati anche i trattamenti previsti che si sarebbero dovuti svolgere oggi, garantendo così la salute di tutti gli assistiti in carico alla struttura.
L’ufficio tecnico provvederà ad approfondire eventuali soluzioni tecniche per evitare il ripetersi nel futuro di tali disservizi.

CONDIVIDI