Si è concluso oggi il convegno “Present and future in Forensic Genetics”, organizzato dall’Ordine Nazionale dei Biologi nell’area congressuale del Ministero della Salute.

In duecento hanno assistito all’evento, tra cui diversi rappresentanti di Carabinieri e Polizia di Stato, che oltre a vestire la divisa, hanno anche conseguito la laurea in Biologia.

Tra i partecipanti, il presidente dell’Onb, Vincenzo D’Anna, il vicepresidente Pietro Miraglia, il tesoriere Pietro Sapia, il segretario Duilio Lamberti e i consiglieri Franco Scicchitano, Stefania Papa, Gennaro Breglia, Alberto Spanò e Claudia Dello Iacovo, questi ultimi due organizzatori dell’iniziativa assieme ai delegati dell’Arma.

Ospite in sala, Tiziana Stallone, presidente dell’Enpab, la cassa di previdenza dei biologi.

Relatori della giornata, il tenente colonnello Andrea Berti, il magistrato Gaetano Carlizzi, il professor Franco Taroni e il maggiore Filippo Barni.

Conclusioni affidate al presidente D’Anna e al generale Luigi Ripani, per molti anni comandate dei Ris di Roma, che si è detto pienamente soddisfatto della collaborazione avviata con il mondo dei biologi.

“Questo convegno si aggiunge a un anno pieno di appuntamenti dedicati all’alta formazione per i biologi – dice il presidente D’Anna -. Continueremo con questo entusiasmo e con questa intensità propositiva anche nel 2019 per far avvicinare sempre di più biologi all’Ordine e a farli interessare alle tematiche di categoria”.

I prossimi incontri con l’Onb saranno a Roma il 12 dicembre, con il convegno dedicato alla conservazione dei beni culturali, e il 25 gennaio, per quello dedicato alla sicurezza vaccinale.

CONDIVIDI