Ha lasciato la terapia intensiva la bambina di 3 anni giunta lo scorso 1 giugno all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ di Roma per lesioni da compressione del collo e conseguente asfissia. Per lunghi giorni in sedazione farmacologica e ventilazione meccanica, sottoposta precauzionalmente a procedura di protezione cerebrale con ipotermia, i medici riferiscono che la bimba si e’ risvegliata, sta bene e respira autonomamente. Sciolta la prognosi, proseguira’ ora la degenza nel reparto di pediatria generale. La piccola era stata soccorsa nella sua abitazione nel quartiere di San Giovanni da personale sanitario perche’ trovata cianotica e con una fascetta da elettricista intorno al collo.

CONDIVIDI